Top
Ennio Morricone

Pochi giorni fa ci ha lasciato Ennio Morricone, un genio della musica che, con la sua semplicità, ha regalato al mondo capolavori di inestimabile valore.

Compositore, arrangiatore e musicista, Ennio Morricone era un vero e proprio artigiano del suono, alla continua ricerca della perfezione.

 

La sua carriera

La sua carriera ricca di successi e riconoscimenti inizia già nel 1938 quando, a soli 10 anni, inizia a frequentare il Conservatorio di Santa Cecilia a Roma, città dove è nato e ha sempre vissuto.

Fin da subito tutti gli insegnanti si accorgono delle sue doti fuori dal comune, nel 1944 il giovane Ennio inizia a studiare composizione, è l’inizio della magia.

Si diploma in tromba due anni più tardi, comincia come strumentista e arrangiatore di teatro componendo musiche di scena. Nel 1952 consegue il diploma in strumentazione per banda.

Come giovane arrangiatore della casa discografica RCA ha collaborato ad alcuni dei più grandi successi di artisti del calibro di Edoardo Vianello, Mina, Gino Paoli, Jimmy Fontana, Paul Anka e Chet Baker, non abbandonando mai la composizione di musica classica.

La sua carriera decolla nel 1964 quando inizia la sua collaborazione con Sergio Leone, suo ex compagno delle elementari, insieme segneranno per sempre la storia del cinema e del genere western. Ennio Morricone firma le colonne sonore di: “Per un pugno di dollari”, “Per qualche dollaro in più”, “Il buono, il brutto, il cattivo”, “C’era una volta il West”, “C’era una volta in America”.

Questa stagione della sua vita lo ha consacrato tra i grandi che hanno saputo unire ed elevare ai massimi livelli l’unione tra le arti: tra musica e cinema.

Le sue collaborazioni di successo lo vedono affiancare Bernardo Bertolucci, Pier Paolo Pasolini, Oliver Stone, Dario Argento e Brian de Palma, ha scritto colonne sonore per oltre 60 film che hanno vinto ogni genere di premio tra cui: “Mission”, “The Untouchables – Gli intoccabili”, “Nuovo Cinema Paradiso”.

La rivista Rolling Stone lo considera il miglior artista italiano di tutti i tempi, e i premi che ha vinto in carriera lo confermano: nel 2007 Morricone ha ricevuto il premio Oscar alla carriera “per i suoi contributi magnifici all’arte della musica da film”, nel 2016, ottiene il suo secondo Oscar e un Golden Globe per le musiche del film di Quentin Tarantino: “The Hateful Eight”.

Morricone ha vinto anche tre Grammy Awards, quattro Golden Globes, sei BAFTA, dieci David di Donatello, undici Nastri d’argento, due European Film Awards e un Leone d’Oro alla carriera.

 

L’eredità di Ennio Morricone

Personaggio schivo ma determinato, questo grande artista ha dimostrato come la determinazione, il duro lavoro, la quotidiana ricerca della perfezione siano le chiavi per lasciare un segno nel mondo.

Inoltre, Ennio Morricone, con le sue opere, ci ha trasmesso uno dei valori più grandi che la musica nasconde in sé, un potere comunicativo straordinario che rompe le barriere di spazio e tempo. Con le sue note il Maestro ci ha insegnato che la musica arriva al cuore, all’anima ed è capace di far nascere in ognuno emozioni straordinarie, vere, profonde.

Grazie per questo!

Privacy Preference Center

      Necessary

      Advertising

      Analytics

      Other